Crispo Concetta cioccolateria

Crispo Concetta cioccolateria

Crispo Concetta cioccolateria

Average Reviews

Descrizione





Crispo Concetta cioccolateria
La storia del cioccolato in Europa s’inizia con l’introduzione del cacao, nell’anno 1528, quando Cortez, conquistato il Messico, presentò a Carlo V una vasta collezione di piante e di semi tra cui quelli del cacao, e narrò come gli Aztechi si nutrissero di tale frutto da essi denominato chocohlt (bevanda degli dei). Gli Spagnoli lo mescolarono polverizzato con zucchero e droghe trasformandolo in cioccolato.

Lavorazione del cacao. – Per la fabbricazione del cioccolato, il cacao, che arriva in fabbrica in balle, è versato nella macchina sceglitrice che monda le mandorle dalle impurità e le classifica secondo la grossezza perché la torrefazione riesca uniforme. Le mandorle di cacao sono poi essiccate e liberate dalla buccia. Subentra, quindi, l’azione del calore che sviluppa l’aroma del cacao, aumenta sensibilmente la percentuale del grasso, modifica la materia colorante, gelatinizza parzialmente l’amido e la cellulosa, e ossida il tannino e le altre sostanze a potere astringente. Sono stati usati all’uopo apparecchî torrefattori simili a quelli del caffè, a una temperatura che oscilla da 100° a 130°. Ma si è constatato recentemente come l’alta temperatura pregiudichi il fine aroma del cacao, facendo svanire i suoi delicati olî essenziali. Ora vi sono appositi apparecchi che essiccano il cacao a temperature molto più basse (non più di 80°) non torrefacendolo e ottenendo parimente tutti i vantaggi sopra citati senza togliergli il suo sapore originale.
Via Miano, 161 80145 Napoli NA Italia



Foto

Video