Lioni

Lioni

Lioni

Media Dei Giudizi

Descrizione

[vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Lioni è un comune italiano di 6.420 abitanti della provincia di Avellino, in Campania.[/vc_column_text][vc_text_separator title=”Etimologia”][vc_column_text]Il nome Lioni forse deriva dal nome del proprietario di quelle terre: Leo. In latino il genitivo di Leo è Leonis, per indicare appunto l’appartenenza di quelle terre al suo proprietario: “di Leo”.[/vc_column_text][vc_text_separator title=”Strutture recettive a Lioni”][vc_column_text]

[/vc_column_text][vc_text_separator title=”Cosa Vedere a Lioni”][vc_column_text]

La cascata di Brovesao

La cascata di Lioni, meglio conosciuta come cascata di Brovesao, è una bellezza naturale situata a soli 2 km dal centro abitato. L’acqua, dopo un salto di circa 20 mt, va a formare un piccolo laghetto tra le rocce. Questo veniva sfruttato soprattutto negli anni Settanta dai bagnanti della zona. Suggestive sono anche le rapide che si formano nel momento in cui il laghetto ridiventa fiume. Una leggenda viene accostata alla storia di questa cascata.
Si narra di un diavolo che, sotto forma di una cavalla, si facesse cavalcare dai viandanti lungo la strada per la cascata, fino a portarli sul precipizio di Brovesao dal cui fondo oscuro una voce di donna gli ordinava di buttarli giù.


Reperti e ritrovamenti

Nel Museo Etnologico, situato all’interno dell’edificio delle scuole elementari, sono custoditi molti reperti antichi ritrovati in Oppido Vetere. Tra Lioni e Caposele, sul Monte Oppido, invece, sono stati fatti ritrovamenti di mura ciclopiche costruite dai Sanniti per proteggersi dal continuo assedio dei Romani. All’interno di quest’area sono stati anche trovati resti di tegole e vasellame.

Architetture religiose

 

S.Maria Assunta
San Rocco, completamente ricostruita dopo il terribile terremoto del 1980 la cui ricostruzione dal punto di vista architettonico è quanto meno discutibile. la struttura originaria risaliva agli inizi del XVII secolo. A essa è affiancato il convento francescano dei Frati Minori.
Santa Maria Assunta, è la più antica chiesa di Lioni e risale al XIV secolo. È divisa in tre navate: una più alta al centro e altre due sormontate da una volta a botte. È stata ricostruita due volte a causa dei sismi del 1694 e del 1980.

Chiesa dell’Annunziata, costruita nel 1579. All’interno troviamo un imponente altare in marmo e degne di nota sono anche le statue di Santa Rita e Sant’Anna.

Altre chiese: a parte le tre chiese più importanti, ricordiamo la chiesa di Sant’Antonio, il santuario di Santa Maria del Piano, la chiese di San Carlo (ricostruita nel 1996) e quella di San Bernardino.[/vc_column_text][vc_text_separator title=”Info”][vc_column_text]Regione Campania
Provincia Avellino (AV)
Popolazione Residente 6.201 (M 3.038, F 3.163)
Densità per Kmq: 134,3
Superficie: 46,17 Kmq
CAP 83047
Prefisso 0827
Codice Istat 064044
Codice Catastale E605
Denominazione Abitanti lionesi
Santo Patrono San Rocco
Festa Patronale 16 agosto[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_wp_rss items=”20″ options=”show_summary,show_author,show_date” title=”News Lioni” url=”http://news.google.it/news?cf=all&hl=it&pz=1&ned=it&q=lioni&output=rss”][/vc_column][/vc_row]

Foto

Video